Detox: come depurarsi dopo le feste

Ho chiesto ai miei amici di The Nutrition Specialist dei suggerimenti per depurarsi dopo le feste ed ecco i consigli della Dottoressa Mariastella Pollini per un detox davvero efficace

Durante le mie vacanze pugliesi a base di cibo e ancora cibo ho sentito un grandissimo bisogno di depurarmi.

Il cambio di alimentazione, di clima e di abitudini sono state un vero trauma per il mio fisico. Girovagando poi su Instagram e sul web ho notato che il detox era una necessità per tantissime persone appesantite dalle feste.

Ho anche notato che quando si parla di detox e di metodi per depurarsi c’è davvero una gran confusione: tra chi propone bevande miracolose e chi somministra diete super restrittive se si è semplicemente alla ricerca di un pò di equilibrio il rischio di fare dei gran pasticci è proprio dietro l’angolo.

Per fare ordine al gran marasma del web e per avere fonti scientifiche ho chiesto ai nutrizionisti del team del Dottor di Marco Gallo di aiutarci a fare chiarezza e la prima notizia che ci arriva dalla Dottoressa Mariastella Pollini è che Non esistono alimenti in grado di depurare il nostro organismo!

“Per fortuna il nostro organismo ha sviluppato dei meccanismi molto sofisticati per l’eliminazione delle sostanze tossiche. Fegato, reni, la parte finale del tratto gastrointestinale, pelle e polmoni insieme partecipano infatti all’escrezione delle scorie prodotte o introdotte nell’organismo.

In una recente review pubblicata sulla prestigiosa rivista australiana Journal of Human Nutrition and Dietetics viene infatti più volte affermato che ad oggi non ci sono evidenze che supportino l’uso delle diete detox commerciali per rimuovere sostanze tossiche dall’organismo. E’ possibile però che alcuni composti bioattivi contenuti in certi alimenti possano fornire le basi per strutturare diete detox basate su evidenza scientifica in FUTURO, non oggi. Ad oggi non esistono diete detox validate scientificamente e quindi che funzionano davvero.”

E dopo aver finalmente fatto chiarezza sui processi di depurazione dell’organismo Mariastella ci spiega in che modo possiamo aiutare il nostro corpo a ritrovare il suo equilibrio.

“La sintesi e l’eliminazione del grasso corporeo sono processi molto lenti che richiedono molto tempo. Quindi dopo dei pasti abbondanti, ll peso in più che possiamo leggere sulla bilancia finite le feste natalizie è dato in gran parte da una ritenzione di liquidi, difficilmente è dato da nuovo

tessuto adiposo. La ritenzione di liquidi è data invece da un elevato introito di sale, zuccheri e grassi saturi che insieme ostacolano l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Per eliminare quindi la sensazione di gonfiore ed il peso in eccesso quindi non bisogna fare altro che ritornare a fare attività fisica e seguire un’alimentazione completa di tutti i nutrienti, bilanciata ed adeguata ai nostri fabbisogni. Non ha alcun senso seguire diete estremamente ipocaloriche povere di carboidrati: questo ci porterà in un circolo vizioso di stress metabolico e repentino calo del metabolismo. Che fare, quindi, nel pratico? Partendo dalla colazione, così come per il pranzo e la cena, i nostri pasti dovranno essere composti principalmente da carboidrati integrali, ricchi quindi in fibre che donano un grande senso di sazietà, facilitano in transito intestinale, riequilibrano la flora batterica intestinale e la loro digestione da parte del microbiota intestinale produce innumerevoli sostanze benefiche per il nostro organismo, da antinfiammatori a sostanze ipocolesterolizzante che abbassano cioè colesterolo ldl e trigliceridi nel sangue. Cereali integrali

come fiocchi di avena, fiocchi di crusca, fiocchi di riso/farro integrali oppure pane integrale o di segale per la colazione, riso integrale, farro, orzo, grano saraceno e i loro derivati integrali per il pranzo e la cena. Nel pasto, oltre ai carboidrati integrali non dovranno mai mancare le proteine pulite cioè quelle povere di grassi saturi: alternare quindi yogurt bianchi, latte vaccino o latte di soia per la colazione, carne bianca, pesce, uova e legumi per il pranzo e la cena, limitando la carne a due volte alla settimana, prediligendo quindi il pesce fino a 3 volte a settimana, e i legumi fino a 4 come fonti proteiche. Anche i grassi insaturi, fortemente antinfiammatori, non dovranno mai mancare nei nostri pasti: frutta secca o cacao per la colazione o gli spuntini abbinati ad un frutto, olio extravergine di oliva nel pranzo e nella cena.”

Tutt’altro che diete restrittive e strani intrugli vegetali quindi sono il segreto per depurarsi dopo le feste.

E prima di lasciarci vi lasciamo alcune delle ricette del nutrizionista per creare piatti bilanciati e ritrovare la corretta forma fisica.

LE RICETTE DI NUTRITION SPECIALIST

COLAZIONE

YOGURT BIANCO CON FORMELLE DI FRUMENTO INTEGRALE, MIELE E NOCI

PRANZO O CENA:

ZUPPA DI CAVOLO NERO CON CECI E PANE INTEGRALE

Ingredienti per 2 persone: *

400g di ceci precotti a vapore

circa 600g di cavolo nero

2 spicchi di aglio

1 foglia di alloro

1 carota piccola

1 rametto di rosmarino 500ml di brodo vegetale

1 pizzico di sale

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO

Separare e lavare bene le foglie di cavolo nero

Tagliare la parte nera delle foglie

Con un frullatore ad immersione, frullare metà dei ceci aggiungendo un po di acqua

Stufare in padella con un filo di olio l’aglio e la carota tagliata a cubetti piccoli

Far insaporire per qualche minuto e aggiungere il cavolo nero

Aggiungere una parte di brodo vegetale, rosmarino e alloro

Cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti

Aggiungere infine i ceci passati, i ceci interi ed il resto del brodo vegetale

Mescolare e lasciare cuocere per qualche minuto

Aggiustare di sale

Aggiungere l’olio extravergine di oliva a crudo e servire accompagnato ad una porzione di pane integrale o di segale

PRANZO O CENA:

PASTA INTEGRALE O PASTA DI FARRO CON SALMONE E PUREA DI BROCCOLI

Ingredienti *

-Pasta integrale
-Salmone pescato
-Broccoli, cipolla
-Olio extra vergine di oliva a crudo

PROCEDIMENTO

Stufare in padella mezza cipolla

Far bollire l’acqua in pentola, una volta raggiungo il bollore sbollentare i broccoli per qualche

minuto. Dopodichè trasferire i broccoli nella padella e cuocere una decina di minuti, fino a che non

risulteranno molto morbidi per poterli ridurre in polpa con una forchetta.

Nell’acqua di cottura dei broccoli, cuocere la pasta integrale.

Nel frattempo, aggiungere il salmone tagliato a cubetti nella padella con la purea di broccoli e

cuocere per qualche minuto. Una volta cotta la pasta, tenere una tazzina da caffè di acqua di

cottura e scolare la pasta al dente. Mantecare la pasta nella padella contente il pesce e i broccoli

con l’acqua di cottura. Una volta impiattata, condire con un cucchiaio di olio extra vergine a crudo.

Quindi il miglior detox per depurarsi dopo le feste si racchiude in piatti semplici, nutrienti e bialnciati.

Io, la Dottoressa Mariastella Pollini e tutto il team di The Nutrition specialist vi aspettiamo su Instagram per continuare a scambiarci informazioni e rispondere a tutte le vostre curiosità.

A presto!

Maria Luisa

Vuoi restare sempre aggiornato e scoprire ogni mese ricette sempre nuove e tanti trucchetti?

Leggi i miei ultimi articoli

A Tavola Con AYCF
admin

Mangiare senza ingrassare: è possibile?

Credo che se ognuna avesse a disposizione la lampada di Aladino trai i tre desideri esprimerebbe sicuramente questo o no? E se io vi dicessi che si può mangiare senza ingrassare applicando dei piccoli accorgimenti alla nostra routine quotidiana?

continua a leggere »
Allenamento
admin

Tutte le novità di Allyoucanfit di settembre

Settembre è sempre stato per me un periodo di nuovi inizi. Sarà forse un’abitudine legata ai tempi della scuola ma ricordo che da sempre a fine estate mi preparavo ad affrontare un “periodo nuovo”. Sei pronta a conoscere tutte le novità di allyoucanfit di questo 2020?

continua a leggere »
Allenamento
admin

Summer Challenge

Il tuo benessere non va in vacanza: mantieni i tuoi risultati con allenamenti brevi ed efficaci grazie alla Allyoucanfit Summer challenge.

continua a leggere »